Un tempo ...

... campi di grano ondeggiavano sui dolci pendii al fresco vento della Passiria, e più tardi - per iniziativa dell’arciduca Giovanni - si impiantarono vigneti dalle nobili uve su impianti a gouyot, un’idea geniale che sta vivendo una nuova rinascita! Sparsi nel mezzo frutteti dalle squisite varietà antiche di mele e di pere; e ancor oggi mormorano le grandi foglie di possenti, maestosi castagni, vecchi oltre 400 anni.

… ed oggi

molte cose non sono ovviamente più le stesse. All’apparente aura romantica del mondo contadino sono subentrati moderni frutteti con diverse varietà di mele: Golden, Stark, Fuji, Breaburn, Gala i nomi di quelle attuali, ma ci sono anche le succose Gravensteiner e perfino ancora qualche Kalterer rossodorata e le Morgenduft dolci e acidule.

 

Una reminiscenza dal “buon tempo andato”: nel fossato di Castel Schenna, là dove un tempo si trovava l’acqua, crescono nuovamente antiche varietà di mele su piante d’alto fusto, come la maestosa Kronprinz Rudolf, l’aromatica Canada, la Cox Orange dalla buccia fiammeggiante, la Boscoop delicatamente acidula, la fragrante Pearmain Dorata e la stuzzicante Champagne.